© itrek . Powered by Blogger.

09/03/20

Tag:

Ciclismo e Coronavirus (COVID-19) come comportarsi nella zona arancione

Ciclismo e Coronavirus (COVID-19) come comportarsi nella zona arancione

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 marzo 2020

a) evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori di cui al presente articolo, nonché all'interno dei medesimi territori, salvo che per  gli  spostamenti  motivati  da comprovate esigenze lavorative  o  situazioni  di  necessità ovvero spostamenti per motivi di salute. E' consentito il rientro presso  il proprio domicilio, abitazione o residenza; 


d) sono sospesi gli eventi e le  competizioni  sportive  di  ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati.  
Resta  consentito lo svolgimento dei predetti  eventi  e  competizioni,  nonché  delle
sedute  di  allenamento  degli  atleti  professionisti  e  atleti  di categoria  assoluta  che  partecipano  ai   giochi   olimpici   o   a manifestazioni nazionali o internazionali,  all'interno  di  impianti sportivi utilizzati  a  porte  chiuse,  ovvero  all'aperto  senza  la
presenza di pubblico. In  tutti  tali  casi,  le  associazioni  e  le società' sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono  tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano;

g) sono sospese tutte le manifestazioni organizzate, nonché  gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di  carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, anche se  svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, quali,  a  titolo  d'esempio, grandi eventi, cinema, teatri, pub, scuole  di  ballo,  sale  giochi, sale scommesse e sale bingo,  discoteche  e  locali  assimilati;  nei predetti luoghi e' sospesa ogni attività;

Questo è il decreto, ma noi ciclisti come dobbiamo comportarci?
Possiamo uscire in bici solo per "spostamenti  motivati  da comprovate esigenze lavorative  o  situazioni  di  necessità", quindi possiamo utilizzare la bici per andare al lavoro, fare la spesa, andare dal medico, ma non possiamo utilizzarla per divertimento, allenamento, svago o passeggiate.
Qui viene anche il buon senso, se cadiamo o ci facciamo male, i Pronto Soccorso e i medici sono già impegnati nell'emergenza Covid-19, quindi rischiamo di arrecare danno al sistema oltre al rischio di non essere curati a breve.

Qui sotto il comunicato FCI:



Informazioni su itrek

Siamo un gruppo di appassionati di MTB e Trekking...

0 commenti:

Posta un commento